La rete dei territori

Principi di funzionamento

Con l'accordo del Comune di Plaine, l'associazione Rêve de scene urbaine ha creato nel 2017 una rete di territori partner. In occasione della seconda ondata del bando DIVD nel 2017, la creazione di questa rete di territori è stata riconosciuta dallo Stato come un'estensione del campo di applicazione del Dream Demonstrator di scene urbane.

Altri territori possono così aderire all'associazione e beneficiare del feedback dell'approccio implementato con Plaine Commune. Possono anche sviluppare progetti innovativi, in collaborazione con i membri dell'associazione.

Questa metodologia è stata ispirata dai risultati del seminario su “Urban Complexity” organizzato nel settembre 2018 alla presenza del filosofo Edgar Morin.

Territori di rete

L'associazione ha attualmente 5 territori partner:

  • Consiglio dipartimentale di Seine Saint Denis
  • Ente territoriale pubblico Grand Orly Seine Bièvre
  • Châteauroux Metropolis 
  • Ente per lo sviluppo pubblico Euroméditerranée
  • Tour metropolitani della Valle della Loira

Collaborazioni

Chateauroux

Châteauroux Métropole è entrato a far parte dell'associazione nel 2018 per avviare una riflessione sugli assi strategici dell'innovazione urbana, e più in particolare sugli obiettivi definiti nell'ambito dell'Action Cœur de Ville. Il territorio ha conservato una trentina di schede di idee relative ai seguenti temi:

  • Ristrutturazione di edifici: alloggi e uffici
  • Ristrutturazione urbana e del patrimonio
  • Nuove costruzioni e nuovi quartieri.

euromediterraneo

L'Etablissement Public d'Aménagement Euroméditerranée è entrato a far parte dell'associazione nel 2018.
Euroméditerranée progetta, sviluppa e costruisce la città mediterranea sostenibile di domani nel cuore della metropoli di Aix-Marsiglia-Provenza.

Euroméditerranée ha vinto la seconda ondata del bando DIVD per progetti nel 2017, in collaborazione con 18 grandi gruppi industriali. Così è nato l'approccio Euroméditerranée Metropolitan Urban Lab (EMUL). La sua vocazione è quella di strutturare un approccio di innovazione aperta su otto temi della città sostenibile del Mediterraneo: alloggio, mobilità, energia, gestione dei rifiuti, ecc. Le soluzioni sviluppate saranno poi tradotte in azioni territoriali (come dimostratori ) o trasversale.

Tour

Tours Métropole Val de Loire ha aderito all'associazione nel 2017. Le linee di pensiero con Rêve de scene urbaine riguardano i seguenti argomenti:

  • l'immagine del territorio (valorizzazione della torre idrica del centro tecnico SNCF),
  • ridurre il fastidio causato dalla presenza dell'autostrada A10 nelle aree urbane
  • l'unificazione del tessuto urbano della metropoli tra Tours e Saint-Pierre-des-Corps (sviluppo di "Point Zéro"),
  • lo sviluppo del mercato del lavoro industriale e della vita economica locale.